23/06/2019

Leadership

Essere riconosciuti come guida nella vita o negli affari non è una capacità, non è una qualità, non è uno skill che puoi creare al tuo interno, ma è una qualità che solo gli altri ti possono riconoscere. È il tuo pubblico, sono i tuoi collaboratori, il tuo gruppo di riferimento che decideranno di seguirti come loro Leader. Non puoi lavorare su di te per diventare il Leader, devi lavorare sul tuo gruppo.

Ecco perché i miei testi di riferimento sono:

Gustave Le Bon, Psicologia delle folle, Editori vari.

Lenin, Stalin, Hitler lessero meticolosamente l’opera di Le Bon e l’uso di determinate tecniche di persuasione nella loro dittatura sembra ispirato direttamente dai suoi consigli; ma anche Mussolini fu un fervido ammiratore dell’opera dello psicologo francese. “Ho letto tutta l’opera di Le Bon – diceva Mussolini– e non so quante volte abbia riletto la sua “Psicologia delle folle” E’ un opera capitale alla quale ancora oggi spesso ritorno“.

Sun Tzu, L’arte della guerra, Editori vari

Trattato di strategia militare attribuito, a seguito di una tradizione orale lunga almeno due secoli, al generale Sunzi (in cinese: 孫子; pinyin: Sūnzǐ; Wade-Giles: Sun Tzu), vissuto in Cina probabilmente fra il VI e il V secolo a.C.  È un compendio i cui consigli si possono applicare, al pari di altre opere della cultura sino-giapponese, a molti aspetti della vita, oltre che alla strategia militare, dall’economia alla conduzione degli affari.

Molti grandi personaggi del passato, tra i quali Napoleone Bonaparte, Mao Zedong e Douglas MacArthur, sono stati influenzati o hanno tratto espressamente ispirazione da questo libro.

Andrea Cesaretti, Il Brand è una religione, Amazon

Uno dei fattori principali che permetteranno al tuo pubblico di riconoscerti come leader è il tuo prestigio: “è una sorta di fascino che un individuo, un’opera o una dottrina, esercitano sul nostro spirito … non si fonda soltanto sull’ascendente personale, i successi militari e il terrore religioso, ma anche sulla grande volontà e il fascino che si esercita sul seguito … molti fattori entrano nella genesi del prestigio  uno dei più importanti è il successo.”  (G. Le Bon, op. citata).

Pertanto, visto che stiamo parlando di vendere al tuo pubblico un prodotto speciale (tu), prima di tutto devi creare il brand di te stesso e deve essere un brand di successo. Ovviamente.


Certo, questo mio percorso di aiuto sembra un po’ forte e quasi tutti i grandi citati sono finiti male. Però, non puoi negare che quando essi erano in auge hanno gestito folle oceaniche e, nel bene o nel male, hanno influenzato il destino del mondo.

D’altra parte, se è vero (come è vero) che è il gruppo e non tu che ti riconoscerà la leadership, è altrettanto vero che “se le masse volentieri calpestano il despota detronizzato è perché, avendo quegli perduto la sua forza, rientra nella categoria dei deboli che, non temuti, meritano disprezzo” (G. Le Bon, op. citata).

Sta quindi a te, una volta conquistata la leadership, a non perderla.

Secondo me, con questo percorso ce la fai.


Chiedi pure:

Print Friendly, PDF & Email